domenica 14 aprile 2013

Analisi della concorrenza


Non esiste mercato libero privo della concorrenza.




L'analisi della concorrenza
Durante la fase di progettazione di un sito web una volta definiti gli obiettivi e le caratteristiche del target di riferimento è fondamentale procedere ad un analisi del materiale e delle risorse online già presenti in rete, relative agli argomenti trattati all’interno del vostro portale.

 Nel momento in cui saranno pubblicati i nostri contenuti web, dovranno letteralmente "fare i conti" con la concorrenza. Perciò prima di procere con la stesura del progetto dei contenuti della nostra rubrica o la logica di implementazione, dovremmo analizzare il nostro settore di riferimento, selezionando un gruppo di siti campione e passando in rassegna le pagine web dei concorrenti.

Ovviamente dovremmo far riferimento a portali ben posizionati sui motori
di ricerca, con un buon page rank e con contenuti di qualità.

Durante l’analisi ci sono una serie di aspetti su cui dovremo concentrare la nostra attenzione:
- A quali combinazioni di parole chiave ha puntato la concorrenza?
- Quali e quante aree tematiche e sezioni ha utilizzato per organizzare i contenuti nella struttura?
- Che tipo di contenuti ha utilizzato?
- Che tipologia di risorse offre ai suoi utenti e quali servizi per l’utenza business?
- Esistono delle caratteristiche ricorrenti nella struttura dei portali del vostro settore?

Questa serie di considerazioni da un lato ci consentirà di individuare eventuali errori da non ripetere e dall’altro strategie efficaci da cui potrete prendere spunto per il vostro progetto.

Oltre ai nostri competitor, durante la fase di analisi della concorrenza avremo modo di selezionare e consultare portali con contenuti complementari o affini ai nostri.
In questo modo oltre a farci un’idea delle strategie proprie del settore e del livello della concorrenza, potremo preparare un elenco di risorse utili online, una vera e propria mappatura delle fonti da utilizzare come riferimento per la futura stesura dei vostri contenuti.

Saluti & Abbracci
Gianni Palombi